Telegram – Il miglior spazio di archiviazione cloud

Da un paio d’anni i supporti fisici di memoria stanno perdendo terreno per tanti motivi. Hanno un costo, a volte anche molto alto (vedi gli SSD) ed hanno un’aspettativa di vita bassa. Senza contare che dvd, pennette USB ed Hard Disk possono guastarsi senza preavviso o per cause accidentali. Per questo tutti ripongono molta fiducia nei servizi di archiviazione cloud online. Servizi che anche in forma gratuita danno la possibilità di usufruire di vari Gigabyte di spazio. La comodità sta nel fatto che non rischiamo di perdere i dati e possiamo accedervi da qualsiasi parte del mondo, l’importante è avere una connessione internet.

I più famosi sono Dropbox che gratuitamente da 2 GB di spazio e OneDrive e Google Drive che ne danno 15 GB per utente. Evidenziando che lo spazio di Google viene intaccato anche da tutti gli altri servizi annessi: Gmail, Google+, Google Keep e Google Foto (usato senza compressione degli scatti). MEGA è il più generoso dato che offre 50 GB di base senza costi. Molti però hanno paura ad utilizzarlo, dato che ciò che era stato caricato su Megaupload anni fa è andato perso dopo che è stato condannato come per l’uso improprio che se ne faceva. Torniamo adesso al nostro unico ed impareggiabile Telegram. Pensandoci un attimo, capirete che il miglior cloud che potete utilizzare è la vostra chat. Non ha limiti di spazio online ed è possibile inviare ed immagazzinare qualsiasi tipo di file. Con l’unica limitazione del peso massimo di 1,5 GB. Ma anche se fosse, cosa vi vieta di dividere un film o un programma in più parti, utilizzando per esempio vari archivi in formato rar o zip? O persino caricare un album di foto nello stesso pacchetto per rendere l’archiviazione più sistemata? Inoltre per condividere il file con gli amici non bisognerà ricaricalo nella loro chat, ma semplicemente utilizzare il comando “condividi”. Telegram è un programma multipiattaforma, perciò se caricherete un file sullo smartphone potrete vederlo e scaricarlo anche da tablet, pc fisso o su un pc esterno utilizzando Telegram Web. Quest’ultimo a differenza di Whatsapp non ha bisogno del telefono connesso per funzionare. Per utilizzare Telegram come un vero cloud vi do alcune dritte.

Cliccando sul vostro profilo, trovate una nuvoletta a destra. Telegram ci offre la possibilità di chattare con noi stessi ed archiviare file, ma anche note scritte, link e file audio. Il tutto andrà ad inserirsi nella chat Messaggi salvatiSe avete paura di mescolare i file e non trovarli nella mischia, non ci sono complicazioni. L’app dividere il tutto cronologicamente e per tipo, oltre a poter utilizzare la barra di ricerca per ritrovare il file. Una volta aperta la chat, cliccate sul “suo nome” in alto al centro per far comparire questa schermata. Successivamente clicchiamo su media condivisi e scegliamo il tipo di file che vogliamo ritrovare.

Per creare poi cartelle condivise, basterà formare un gruppo di chat con quelle persone. Quindi non manca proprio nulla. Non dimenticate poi, che finché non cancellerete i vari media condivisi, potrete rimuovere dal dispositivo stesso quel file caricato, senza problemi. Riscaricandolo tutte le volte che volete. 

Su Whatsapp invece (scusate se riuso lo stesso paragone :D), una volta cancellato il media dallo smartphone, anche riandando nei media, non potrete più riscaricarlo. Spero di avervi chiarito molte cose, se avete dei dubbi commentate l’articolo.

Seguici su Telegram https://telegram.me/latelegramania telegram

Condividi l'articolo
  • 7
    Shares
Precedente Come creare e condividere un gruppo su Telegram Successivo Si può guadagnare con Telegram?